La decisione di Diawara di non presentarsi ieri al raduno del Bologna, poi partito per il ritiro di Castelrotto,è l’ultimo atto di un divorzio che si sta consumando rapidamente. Tutto è iniziato con le dichiarazioni dell’agente “Il ragazzo vuole andare via“.

Poi è arrivata la replica piccata di Donadoni: “Gli abbiamo dato la possibilità di diventare un calciatore appetibile, non ha uno stipendio da fame, bisogna esseri onesti”.

L’addio al Bologna sembra davvero vicino, certo, visto che la Roma è fortemente interessata al calciatore guineano.